• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

Festa a Vinchio 3

Per il terzo anno parte a Vinchio la festa organizzata dal circolo Val Tiglione PRC.

Di seguito lascio il grande menù e i dibattiti aggiornati, non fate fede al manifesto anche se è molto bello.

Vi aspettiamo numerosi!

Continua a leggere

6 occasioni per chiederci: ma che diavolo ha l’Italia?

Questa vorrà essere un pò come una rassegna commentata dei principali fatti accaduti nelle ultime settimane e negli ultimi giorni, che in qualche modo hanno a che fare con la sinistra, sicuramente hanno a che fare con l’Italia, un paese sempre più povero, culturalmente e tranne rari casi anche politicamente… vento o non vento del cambiamento!

Cominciamo!

1) La svolta moderata e lo sbriciolamento dell’IdV.

non sono di sinistra...lo giuro!!

“Non esiste una vera alternativa a Berlusconi, siamo pronti ad appoggiare le sue riforme una volta valutate accuratamente”. “Solidarietà sì ma anche libero mercato e meritocrazia, e lo spirito legalitario della Destra Sociale!” Poi uno scambio di battute in Aula con l’arci(ex)nemico B. E’ questo il modo che Di Pietro, il lìder maximo dell’IdV, sceglie di annunciare la svolta del suo partito, alla ricerca del voto moderato e terzopolista. Continua a leggere

Vota 39 sì!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Quella relazione complicata tra l’idea di sinistra di alternativa e Vendola

Continuo il discorso che vari altri articoli su questo Blog hanno elaborato per scrivere una riflessione, agile e semplice, costruttiva ma critica, propositiva ma realistica!

Ci sono varie e ghiotte occasioni per la sinistra sul tavolo politico in questo periodo:

a Napoli può vincere De Magistris, e quindi possono vincere quella porzione di  sinistra e movimenti e cittadini che hanno deciso di sostenerlo credendo in una discontinuità con la precedente giunta Jervolino;

c’è Milano, roccaforte berlusconiana: una città dalla forte valenza anche a livello nazionale nella quale per la prima volta da molti anni un candidato non impresentabile ma di sinistra come Pisapia, dopo le primarie, può vincere le elezioni diventando sindaco; Continua a leggere

Napoli: pessimo il PD. Ma intanto noi costruiamo l’ALTERNATIVA!

Napoli, comunali, quasi primavera, un gran casino, tante possibilità, molti errori.

Contestualizziamo giusto in qualche riga la situazione: Napoli è una città sicuramente difficile se pensiamo alla camorra e alla ‘munnezza. Grande, grandissima, se pensiamo alla sua storia, ai suoi colori e alla sua creatività, alla passione genuina che sa infondere in tutti quelli che ci passano un certo periodo della propria esistenza. Napoli è ad un bivio, forse un trivio. Napoli, ovvero i suoi cittadini, possono consegnare la città al centro-destra, quindi agli uomini di Cosentino (il cui processo per mafia inizia in questi giorni) e ipotecare un futuro di infiltrazioni mafiose, di pizzo, di speculazione edilizia… Oppure, e qua arriva il difficile, può volgere lo sguardo altrove.

Continua a leggere

Narrazione vendoliana al capolinea?

Riprenderò nel corso dell’articolo svariate parti di un articolo sicuramente di superiore caratura, che ritengo molto interessante e che interroga noi di sinistra su temi molto pressanti; articolo uscito oggi su “il manifesto” a firma Luca Casarini.

“L’uscita con cui Nichi Vendola ipotizza forma e conduzione di quella che viene definita alleanza democratica contro Berlusconi mi trova in profondo disaccordo. Voglio comunicarne le ragioni per tentare di aprire un dibattito politico non solo con Nichi ma anche con coloro che guardano queste cose in maniera diversa: quelli che stanno dentro i partiti di sinistra, o li votano, ma percepiscono tutti i limiti che essi incarnano e quelli che ne stanno fuori, convinti che il cambiamento passi solo attraverso un rifiuto della rappresentanza.” Continua a leggere

Come vedete la presenza di esponenti PD e SEL ad un convegno di neonazisti violenti?

ANPI: grave errore legittimare lo squadrismo

Mauriello (SEL) e Pisaniello (PD) al convegno di Casa Pound

 

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Comitato regionale Campania apprende dell’ iniziativa tenutasi a Cervinara ieri, martedì 4 gennaio. L’iniziativa, promossa dall’organizzazione neofascista CasaPound, non meriterebbe menzione alcuna se non fosse per la partecipazione di due esponenti politici locali legati a partiti di comprovata fede democratica ed antifascista“. E’ quanto afferma Daniele Maffione, segretario regionale dell’Anpi Campania.

Continua a leggere