• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

Chiomonte 2011

Dopo Genova sono stati molti gli ingenui che pensavano di non vedere più certe cose. Io come loro mi sbagliavo.

Carlo Giuliani, Federico Aldrovandi, Stefano Cucchi e tanti altri ragazzi, come anche Fabiano a Chiomonte, sono stati vittime delle violenze e elle torture da parte della polizia.

In questo video possiamo sentire raccontate le stesse violenze che si ripetono. Il manganello democratico dello stato.

Dobbiamo fermare e cambiare questo schifo. Iniziamo a far girare questi video e fare informazione visto che non li vedremo in televisione o sui giornali.

Lascio ancora la versione poi censurata della “Canzone del maggio”

Annunci

Resistenza NO TAV

Mentre Fassino ricorda la Resistenza dopo 65 anni, c’è chi la Resistenza la fa, oggi, sulla propria pelle come 10 anni fa a Genova.

Oggi a Chiomonte in Val di Susa 100.000 persone hanno sfilato per kilometri per far capire al governo che la Tav non la si vuole. Le bandiere più presenti erano ovviamente le No Tav seguite poi da Movimento 5 stelle e Federazione della Sinistra.

Ovviamente nei tg  e sui giornali non si parla minimamente dei fatti ma solo sui fatti. Si condannano quindi gli scontri senza dire perché si sono verificati.  Si dimentica di dire che 100.000 persone hanno partecipato alla manifestazione. Non ci si pone neanche il problema della Tav.

E i commenti della politica?

Ferrero e Grillo gli unici presenti alla manifestazione e gli unici con parole di solidarietà per i manifestanti. Il discorso di Grillo a Chiomonte  mi è parso solo un tirare acqua al suo mulino.

SeL, PD, PdL e Lega Nord unanimi (come per la questione Tav, tranne SeL) nel condannare la violenza dei manifestanti ed a schierarsi dalla parte delle forze dell’ordine. Ma le manganellate degli agenti non sono violenza? Siete mai stati in mezzo ad un fumogeno? Dopo due boccate ti sembra di morire. Non riesci a respirare, non riesci a tenere gli occhi aperti dal male e ti sembra di avere la faccia in fiamme. Oggi, da spettatore, ho vissuto per due volte questi momenti. In più occasioni ho visto gente scappare da fumogeni lanciati ad altezza d’uomo. Questa è violenza brutta e cattiva.
Ricordo che quella dei manifestanti è una reazione alla militarizzazione della valle.

Per chi non lo sapesse, o non lo volesse capire, gli scontri sono nati perché delle persone volevano riprendersi la loro terra e poter decidere del loro futuro.

Queste persone sono, per me, nient’altro che Partigiani.

Luca Rondoletti.

A seguire qualche immagine.

Continua a leggere

L’ARTE DI INDIGNARSI

“Caso letterario in Francia, negli ultimi mesi in cima alle classifiche di tutta Europa, grazie al passaparola di molti giovani rimasti colpiti dalla verve e dalla schiettezza del novantatreenne ex-partigiano che sembra parlare la loro stessa lingua”.

C’è un anziano novantreenne che farnetica frasone noiose e già sentite.
C’è un titolo che colpisce ma che allo stesso tempo non ferisce.
C’è il solito qualunquismo per il quale non vale la pena sprecare troppo tempo. Nazifascismo e lotta partigiana. Socialismo e capitalismo. Dittatura e democrazia.
E poi c’è qualcosa di più! Continua a leggere

Antifascismo e Resistenza…per non dimenticare!

Si avvicina il 25 aprile, si avvicina la festa della liberazione dal giogo nazifascista. Troppi personaggi, troppi partiti politici, in questi ultimi anni hanno provato a fare del revisionismo storico su questo evento. Si è cercato di equiparare antifascisti e aderenti alla repubblica di Salò, si è cercato di dimenticare chi era dalla parte giusta, quella della libertà e della democrazia e chi invece da quella della dittatura, delle leggi razziali e dei campi di concentramento per lo sterminio di ebrei, comunisti e omosessuali. Credo che le parole scritte dall’operaio comunista Eusebio Giamboni, la notte prima della sua esecuzione, da parte degli sgherri fascisti, siano esemplificative e ci debbano far riflettere. Continua a leggere

I G.C. Asti alla Casa del Popolo: SERATA ANTIFASCISTA

Martedì 7 Dicembre – Casa del Popolo, via Brofferio 131, Asti

Ore 18.45 Giovani Comunisti: oggi in Asti                  Edoardo Romito
Ore 19.00 Quali politiche giovanili oggi?                    Nicolò Ollino
Ore 19.15 I giovani e gli strumenti informatici         Luca Rondoletti

 

 

Apericena (ore 19.30)

Birra             vino                    coktails

amari              stuzzichini                    pasta

insalata di riso                  patatine                 dolci…

 

 

 

 

Dibattito Pubblico

L’ANTIFASCISMO NELLA SOCIETA’ DI OGGI Continua a leggere