• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

Il NO al diktat ed il SI ad un impegno concreto e costante dei comunisti.

1931 PCI Congresso clandestino di Colonia conclusioni di Ruggero Grieco

“Non crediate, compagni, che solo perchè sentiamo di aver ragione, ciò sia sufficiente perchè il proletariato italiano e le masse lavoratrici in genere si mettano al nostro seguito. La conquista della maggioranza del proletariato e della direzione della lotta rivoluzianaria è il risultato del lavoro politico del partito comunista durante decenni, lavoro condotto in ogni situazione, sotto i colpi feroci dell’avversario che non ci dà tregua, ripreso ogni giorno, con ostinazione, inflessibilità e a volte eroismo………E’ da dieci anni che sentiamo ripetere che il comunismo è morto e seppellito: lo ripetono i dirigenti fascisti e la gente dell’antifascismo democratico e della socialdemocrazia: ditelo voi, compagni, se la razza dei comunisti, tenace perchè sorge dalla classe operaia, possa essere distrutta dalla ferocia e dalla stupidità degli avversari.”

Da queste parole di Ruggero Grieco vorrei partire per alcune brevi considerazioni sul voto di Mirafiori.

Continua a leggere

FIAT, Italia (una volta…)

Ma cosa si guarda quando si compra un’automobile?

Vediamo: il costo? Il consumo di carburante? La bellezza e la praticità del modello? Gli accessori?

O c’è qualcuno che chiede al concessionario il contratto di lavoro dei dipendenti della casa automobilistica???! (Oddio, forse bisognerebbe incominciare a farlo. Magari non tanto per le automobili quanto per altri  generi di consumo, es. abbigliamento, giocattoli…. dove si finirebbe per scoprire che certi prezzi imbattibili si reggono solo e soltanto su condizioni di lavoro schiavistiche, sullo sfruttamento dei bambini, sull’inquinamento senza regole e ad altre consimili amenità. Comunque, in genere, non si indaga.).

Ora, sembra che ai dipendenti Fiat di Pomigliano e di Mirafiori (gli altri seguiranno) sia richiesto di peggiorare drasticamente le loro condizioni di lavoro se vogliono mantenere il posto. Ma il loro Continua a leggere