• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

ASTI: non è una città per giovani?

La nostra è una città che troppo spesso ci sembra morta, desolata, poco stimolante, grigia. Situazione sicuramente peggiorata negli ultimi anni, sicuramente evidenziata da 4 anni di giunta Galvagno carente, come in quasi tutto, anche nelle Politiche Giovanili.

MA QUESTA SITUAZIONE E’ IRREVERSIBILE? CHE FARE? CHE PROPORRE?

E’ al cospetto di queste domande che noi, Giovani Comunisti di Asti, venerdì 21 ottobre alla Casa del Popolo chiamiamo a raccolta il mondo giovanile (ma non solo, sono tutti invitati) astigiano,lo chiamiamo a confronto, a guardarsi in faccia per trovare soluzioni, per rendere Asti più a misura di giovane.

Dalle 19,00 APERICENA MISTO, abbondantissimo a buffet, classico. 7 euro. (dall’antipasto assortito al dolce)

Alle 21,00 sono invitati a dibattere sul tema, prima di dare la parola alla platea (che ci aspettiamo ampia, attiva, stimolata e stimolante):

MIRAVALLE Michele, Giovani Democratici
OLLINO Nicolò, Coord. Giovani Comunisti
GRIZZANTI Salvatore, Radicali
BEGO STEFANO, ass. A Sinistra
BORRA Oreste, Coordinamento Asti-Est

modera: GONELLA Roberto, La Stampa

Quali politiche giovanili oggi?

Serata Antifascista dei Giovani Comunisti alla Casa del Popolo di Asti, 07/12/2010. Presentazione GC, secondo intervento, Nicolò Ollino.


Un certo numero di grandi barriere difficili da superare vedo pararsi in modo imponente di fronte a qualunque ambizione di costruire un certo tipo di politica giovanile, tra i giovani e per i giovani, che abbia bene a mente i valori del cambiamento in meglio rispetto a ciò che vediamo oggi, della trasparenza dei meccanismi di una democrazia rappresentativa vissuta e controllata dal basso, i valori della lotta per far valere i propri sacrosanti diritti.

Ne potrei individuare con particolare evidenza tre, di queste barriere, strettamente collegate l’una all’altra: la pigrizia, l’individualismo, il qualunquismo. Continua a leggere