• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

Il Pd perde l’onda: «Avanti con Casini»

BERSANI: Una giornata storica ma prima viene l’Udc, poi il resto.

La suora, la segretaria generale della Cgil e l’avvocatessa di Fini e Andreotti. Queste tre donne che si avvicendano tra le altre sul palco di Roma non sono i tre volti della «santa alleanza» contro Berlusconi. Sicuramente non dovrebbero. Eppure è così che tra un dire e un non-dire il Pd va avanti dopo il successo planetario della manifestazione di domenica.

Bersani è raggiante: «Stiamo parlando di una presenza femminile che come in tanti passaggi della storia nazionale, è un elemento capace di suscitare una reazione etica, civica, morale che viene prima della politica». Già, ma che politica ne verrà dopo? Perché lo stesso Bersani sigilla sull’Unità che nulla cambia: «Già un anno fa dicemmo che sarebbe stato necessario un largo schieramento in grado di guidare una stagione di ricostruzione democratica – spiega il segretario – allora non ci fu molta comprensione, neanche nel nostro partito, mentre adesso è stato capito che non ci sono alternative».

Continua a leggere

Annunci

Mirafiori ed il pessimo accordo: che dicono CENTRO-sinistra e PD?

Il presidente del Comitato centrale della Fiom Giorgio Cremaschi attacca l’accordo sottoscritto fra la Fiat e le altre sigle sindacali: “E’ come se Berlusconi dicesse che per risanare il bilancio bisogna cancellare le elezioni. E’ la prima volta dai tempi del fascismo che si prova a togliere il diritto dei lavoratori ad eleggere i propri rappresentanti”.  Poi si rivolge a Susanna Camusso: “Un errore cercare l’accordo con Confindustria.

Questo per dare l’idea di ciò che si pensa all’interno del mondo sindacale FIOM (il sindacato, l’unico, ancora dalla parte dei lavoratori).

Continuiamo: l’intesa, che ha ricevuto il via libera delle altre sigle (Fim, Uilm, Ugl e Fismic) prevede una serie di regole che vanno dall’orario di lavoro alle assenze per malattia. Ma la novità più importante è che, con l’uscita da Confindustria, la NewCo che sorgerà dalle ceneri di Mirafiori non sarà più obbligata a riconoscere il contratto nazionale siglato con Federmeccanica. E così potrà anche abolire le relazioni sindacali stabilite dall’intesa tra industriali e sindacati confederali nel 1993, che prevede il diritto dei lavoratori di uno stabilimento di eleggere autonomamente i propri rappresentanti (che vanno a formare le Rappresentanze sindacali unitarie). Nella nuova azienda avranno voce in capitolo solo gli esponenti eletti da quei sindacati che hanno firmato l’intesa. E qui, per la FIOM, casca l’asino. Secondo Cremaschi, il patto di Mirafiori è il segno tangibile dell’avanzata dell’autoritarismo. Continua a leggere

DEMOCRACK 1 – PD palla al Centro: Il Venerdì 17 di Pierluigi Bersani

Il segretario boccia le primarie e apre a Casini e Fini. Big quasi d’accordo, base in rivolta. Alleanza con il terzo polo? «Se si fa prima o dopo il voto va bene lo stesso. In cambio rinunciamo alla premiership». La svolta del Nazareno fa gongolare l’Udc: «Un’autocritica intelligente, grazie mille». Nevica a Roma: il vertice del Pd è concorde col segretario. «Rottamatori», Marino e Chiamparino si ribellano. Mentre i militanti sotto shock si sfogano su Facebook e Web. Continua a leggere

I VALORI DELLA SINISTRA…dalla sinistra dei miei valori

Egregio Sig. Bersani Pierluigi, non me ne voglia ma io mi sento di sinistra, in realtà, perchè:

– credo che una gioia non sia mai tale se non è condivisa con chi mi sta intorno, che non sarò mai profondamente felice se chi vive accanto a me non lo è;

– credo che non sarò mai totalmente libero se ci sarà anche solo un uomo schiavo di un altro uomo, perchè le schiavitù di oggi sono molto più subdole e celate. Dove erano le catene ora c’è il denaro; Continua a leggere