• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

  • Annunci

Ma come si opporrà il 14 Dicembre l’opposizione?

E’ molto curioso, ma triste, osservare come alla prima vera occasione di far cadere il governo Berlusconi, quando i numeri sulla carta sembrano giocare a sfavore del Cavaliere, tutto ciò che di certo poteva e doveva esserci, tutti i punti presumibilmente saldi del campo dell’opposizione parlamentare (opposizione che oggi, ahimè, a Montecitorio e Palazzo Madama arriva a comprendere anche centristi integralisti e neofascisti), non è poi così certo e nessun punto è poi così saldo.

Tant’è che è davvero probabile che gli sfiducianti non risulteranno maggioritari e il Cavaliere potrà rimanere ancora almeno qualche mese a suo posto con tutto ciò che ne consegue in termini di provvedimenti nefasti per il mondo del lavoro (lo Statuto dei Lavori di Sacconi è in preparazione) e per quello della scuola, tant’è che il ddl Gelmini ha già ricevuto l’approvazione in una delle camere e attende solo di approdare all’altra prima di diventare triste realtà.

Nicolò Ollino

 

A seguire immagini, stralci di articoli, commenti, pensieri:


Terremoto nel Pd laziale:

Milana, Prestipino e altri 50

dirigenti pronti a passare a

Fli.

“Il PD è troppo egemonizzato dagli ex DS, è troppo di sinistra.” Ecco la sintesi, ecco la motivazione.

Un paio di parlamentari, svariati consiglieri e assessori comunali provinciali e della regione Lazio, semplici dirigenti di vario spessore ed importanza. Tutti pronti a passare a FLI. Tutto legittimo con la doverosa sottolineatura del fatto che il partito di Gianfranco Fini non è molto deciso e convinto nel votare la sfiducia a questo governo il 14. Presentata la mozione centrista su iniziativa anche di Fini, i futuristi vanno sventolando come una notiziona il fatto che “abbiamo deciso di votare la sfiducia”. Nei giorni scorsi alcuni futuristi, tra i quali lo stesso Fini, hanno ventilato la possibilità di attenersi sulla medesima mozione da loro stessi presentata.

Cesario e Calearo, due parlamentari eletti nelle file del PD, transitati per l’API di Rutelli e ora in gruppo misto con un loro formazione ridicola e non meritevole di menzione, sono incerti tra l’astensione e il sostegno al governo.

 

Per l’IDV non va meglio:

 

Due deputati IDV, Razzi e Scilipoti, si dicono “incerti” sul voto di sfiducia del 14 dicembre. Due deputati astenuti potrebbero bastare per tenere in vita questo governo ladro. C’è da pensar male di queste due persone “di valore”? E’ questa la più coriacea opposizione del Parlamento italiano?

Giovani Comunisti di Asti

 

SETTE CASE PIGNORATE E DEBITI DA CAPOGIRO, ECCO PERCHE’ SCILIPOTI (IDV) PUO’ CEDERE IN GINOCCHIO AI SOLDI DI SILVIO

Il Fatto Quotidiano

 

“Da anni seguo i vari squallidi personaggi dell’IDV. Ora: il popolo pensa che il governo Prodi sia caduto per colpa di Turigliatto e Rossi, comunisti (cosa falsa). Mi domando, se ci sarà fiducia anche alla Camera il 14, il popolo dirà: “Berlusconi rimane grazie e PD e IDV.” Non credo…”

Andrea Salutari, coordinatore GC Torino 2.0

 

 

“…In un quadro simile ci mancava solo l’ultima “pannellata”. I sei radicali eletti nel PD, avverte Marco Pannella, decideranno solo all’ultimo come votare il 14.                                        << E nulla è scontato >>”

il manifesto

Annunci

20 anni di centrosinistra in 5 minuti!

Dopo tutta la storia di Beautiful in 6 minuti eccone un’altra.

Cosa sia successo a Rifondazione dopo che Vendola ha fondato SeL non è dato sapere e di Ferrero manco l’ombra. Non è aggiornato alla Federazione della sinistra o non è rilevante?

C’è anche quello Berlusconi-Fini.

Mi piacerebbe ci fosse quello Berlusconi-ladro e quello sul Capitalismo.

Sono ben accette precisazioni storiche.

Politica da stadio

Continua a leggere

Tutto è politica

Nel video dell’articolo precedente Tony Blair si riferisce all’Italia dicendo:

“Smettetela di parlare di scandali. Parlate di politica. ”
Crozza replica che non si può fare politica con un capo del Governo così.
Ma berlusconi fa politica. In questo modo subdolo. con il suo personaggio. con il suo potere…

Continua a leggere

Crozza a Ballarò

Per chi non conoscesse la barzelletta di Berlusconi

Io lo trovo geniale, e voi?

Andrea Ugonia P.

Il buon vecchio mattacchione!

Chissà se l’ha raccontata al Papa?

Un’altra grande se ne va…addio Sandra!

Aaa cercasi paese i cui abitanti capiscano che cos’è il Grande.

Porca vacca ma se Sandra Mondaini è stata una grande allora cosa sono o sono stati Rezza, Bergonzoni, Luttazzi, Pasolini, Bene???

Ma come si fa?

Carmelo Bene ha rivoluzionato il teatro e in Italia doveva picchiarsi tutti i giorni con critici, giornalisti e politici!

Pasolini non viene mai nominato dalla sinistra perchè scandalizzava troppo!

Rezza è conosciuto da 4 gatti!

Luttazzi viene censurato e insultato perchè “copia” le battute!

Bergonzoni è simpatico perchè fa giochi di parole!

Grande Sandra ci mancherai. Grande Sandra!!!!! Cioè grande vicino a Sandra Mondaini. Come dire culturale il Grande Fratello. Vasco e Ligabue sono musicisti. Il PD è un partito. Berlusconi ha fatto tanto per gli italiani. Ooooooooooooooh! E basta!

Chi è che ha detto che un paese i cui abitanti non conoscono la grandezza è destinato a finire nella cacca?

Luca Rondoletti