• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

Napoli: pessimo il PD. Ma intanto noi costruiamo l’ALTERNATIVA!

Napoli, comunali, quasi primavera, un gran casino, tante possibilità, molti errori.

Contestualizziamo giusto in qualche riga la situazione: Napoli è una città sicuramente difficile se pensiamo alla camorra e alla ‘munnezza. Grande, grandissima, se pensiamo alla sua storia, ai suoi colori e alla sua creatività, alla passione genuina che sa infondere in tutti quelli che ci passano un certo periodo della propria esistenza. Napoli è ad un bivio, forse un trivio. Napoli, ovvero i suoi cittadini, possono consegnare la città al centro-destra, quindi agli uomini di Cosentino (il cui processo per mafia inizia in questi giorni) e ipotecare un futuro di infiltrazioni mafiose, di pizzo, di speculazione edilizia… Oppure, e qua arriva il difficile, può volgere lo sguardo altrove.

Ma anche volgendo lo sguardo altrove rischia di arrivare ad un bivio, al quale non certo per nostra volontà si è tristemente arrivati. Fallite in modo imbarazzante le primarie democratiche napoletane ecco che vediamo nuovi candidati occupare la scena: se ne cerca uno che sappia unire il centro-sinistra e la sinistra!

Ma Cantone tentenna e poi rifiuta. Cantone era accettabile per tutti e avrebbe unito dai comunisti al PD, in un periodo storico che da la vittoria quasi certa per uno schieramento di csx compatto! Al rifiuto di Cantone ecco che fa capolino De Magistris (Idv benchè proveniente dalla “società civile”): uomo di sinistra ed ex pm, ben disposto verso la FdS e verso SEL. Forse troppo per il PD, che vede infrangersi i suoi sogni di attirare le attenzioni dell’UDC e del Terzo Polo, in vista di un possibile secondo turno infuocato (alla faccia dell’alternativa). E così il PD non ci sta, ed in barba all’unità ecco che presenta Morcone, un pretore antimafia, candidato anche presentabile se non fosse per la sua posizione troppo accentrata e moderata: elemento che lo rende incapace di rappresentare una seria alternativa alla situazione odierna. La candidatura di Morcone è una chiara mossa strategica e meditata, di bassa e vecchia politica, lontana dalla gente, che rischia per eccesso di tatticismo di consegnare la città al centro-destra. E poi c’è SEL. Una SEL che pur professandosi di sinistra tentenna molto, TROPPO, di fronte ad un candidato dichiaratamente di sinistra come De Magistris.

De Magistris è attualmente sostenuto dalla cittadinanza attiva, dai comitato cittadini, da alcune importanti liste civiche, dall’Idv, dai Verdi e da noi della FdS! Attendiamo che Vendola ci lanci un segnale di chiarezza, e che lo lanci anche ai suoi sostenitori ed elettori che benchè innamorati potrebbero un giorno aprire gli occhi e non sostenendo De Magistris quel giorno potrebbe arrivare un pò più in fretta… Attendiamo che SEL si unisca a noi tutti per rappresentare una seria alternativa, di sinistra, forte, compatta! Con il sostegno della cittadinanza e che lavori per la città e per i cittadini di Napoli!

Nicolò Ollino

Ferrero, PRC/FdS, spiega le ragioni del nostro appassionato sostegno a De Magistris

De Magistris spiega la situazione e si appella ad un titubante Vendola ed al suo partito contraddittorio

Annunci

10 Risposte

  1. Ferrero: “per fare un governo di sinistra c’è bisogno di facce nuove”. Lui ha già iniziato 🙂

    A parte le battute. De Magistris è un candidato con i contro cazzi, non penso che SEL lo possa ignorare in alcun modo. Con un alternativa così serebbe da idioti continuare a rincorrere il PD. Vedremo

    Noi FDS chi candidiamo?

    • chi candidiamo dove?

    • Niente Sel va con il PD!
      Bravi eh!

      • Sul serio?! Non ho ancora letto nulla. Riesci a pubblicare in un commento sotto la notizia e la fonte o anche l’articolo online?
        Ero rimasto che dovevano fare una consultazione di tutti gli iscritti, tipo un mini referendum per far decidere agli iscritti chi sostenere. Mi sembra strano che la militanza che era orientata verso De Magistris ora abbia scelto Morcone… Azzarderei che alla fine hanno deciso i vertici ed è saltato il mini referendum… Aggiornaci!

  2. In giunta? Immagino qualche esponente della FdS partenopea di cui però non mi è dato sapere molto! Tra l’altro essendo un numero di forze ristretto in lista immagino ci sarebbero una buona quota di consiglieri e almeno un paio di assessori FdS. Intendevi questo?

  3. vedete, a Napoli i giochi sono ancora aperti, anche se le posizioni appaiono ormai definite. Credo, che aldilà di assessori o similari, la FdS andrà con una lista propria in appoggio a De Magistris così come faranno altri partiti, nello specifico ldV; inoltre, presumo, ci sarà una lista civica che si richiamerà al candidato sindaco….Tutto questo senza avere informazioni precise, naturalmente. Resta il fatto che noi PRC/FdS abbiamo preso una posizione finalmente coerente in una realtà locale, mentre SeL si è dimostrata per quello che è: codista e succube del PD.

  4. Si, ha vinto contando i voti degli iscritti.. Evidentemente non era cosi vero che la base era dalla parte di De Magistris..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: