• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

AUGURI DI CAPODANNO A MODO NOSTRO

Ci aspetta un 2011 pieno di impegno e di

lotta!

 

PENSIERI IN LIBERTA’

 

waya          scuola        spesa sociale             tagli

rappresentanza       delega         pigrizia

emergenza      sfratti      ASTI     qualunquismo      crepe

chiavi inglesi        delocalizzazioni       accorpamenti

parcheggi      bilancio      cultura       parchi       acqua

occupazioni        polizia          immigrazione

falce e martello

 

Tutto ciò e molto altro rispecchia in un modo o nell’altro la città di Asti, noi, ciò che rappresentiamo e coloro che rappresentiamo e che dovremmo rappresentare, coloro che rappresenteremo, tutto ciò e molto altro rispecchia noi e la nostra azione a contatto con la città.

Che il 2011 sia un anno felice, di conquiste e di vittorie, un anno di riscatto per noi stessi, per la nostra città, il nostro paese e l’universo mondo. Ma si sappia che tutto ciò non dipende da caso o speranza, tutto ciò dipende da noi, da quanto siamo disposti a metterci in gioco e ad investire tempo in ciò che facciamo e che sappiamo essere giusto. Anche a discapito di qualcos’altro che sul momento, e anche a ragione magari, possiamo ritenere importante.

A noi tocca prima riconquistare, poi ricostruire. Non deludete prima di tutto voi stessi, dimostriamo che vogliamo almeno provarci; nessuno ci garantisce la vittoria ma nessuno potrà toglierci mai la volontà di averci provato!

Buon anno compagni!

 

Nicolò Ollino

 

vi dedico ora questa bellissima canzone:

 

Uno gridava viva la libertà

Due rispondeva noi la si conquisterà

Tre sorrideva mentre quattro dormiva

Cinque aveva tanto freddo e un poco di paura

Sei vegliava il suo sonno quando la notte … si fece più scura

Sette faceva il pane otto aveva molta fame

Nove sognava un mondo di pace e comunista

Dieci parlava inglese all’undici che gli chiese

Harry raccontami come sarà il nostro futuro?

Dodici l’ago e il tredici la cruna, amici e compagni in cerca di fortuna

Lottando il presente, desiderando un domani giovani, belli

Ribelli e partigiani, erano i tredici … della Banda Tom

Che a mezzanotte il campanile suoni tredici rintocchi …

Che al tredicesimo colpo le tante lacrime ad incendiare gli occhi …

Chi di noi avrà il cuore libero dall’odio e dal male

vedrà distintamente tredici nuove stelle brillare

nel cielo di Casale.

 

Uno chiedeva adesso cosa ci succederà?

Due lo sapeva bene, tutti noi si morirà

Tre non parlava più quattro rimaneva giù

Cinque aveva pelle dura, sei gridava senza paura

Maledetti fascisti assassini e la notte … si fece più scura

Sette sanguinava otto lo rincuorava

Nove soffriva per il suo sogno che intanto svaniva

Dieci si difese dai colpi, da quelli più vili

a spezzare le mani all’undici fu il calcio dei fucili

Dodici l’ago e tredici la cruna, amici e compagni senza più fortuna

Neve e tormento, filo di ferro sulle mani, giovani, fratelli

Ribelli e partigiani, erano i tredici … della Banda Tom

Che a mezzanotte il campanile suoni tredici rintocchi

Che al tredicesimo colpo le lacrime ad incendiare gli occhi

Chi di noi avrà il cuore libero dall’odio e dal male

vedrà distintamente tredici nuove stelle brillare Brillare

nel cielo di Casale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: