• Meta

  • CDR del Blog

  • Allo studio, alla lotta

  • Gadgets GC

Campagna per la tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori precari

Come abbiamo denunciato più volte uno degli aspetti particolarmente gravi del Collegato Lavoro è la modifica del regime delle decadenze, cioè dei termini entro i quali può essere impugnato un contratto di lavoro.
Anche perché in questo caso, diversamente da quanto avviene per altri gravissimi aspetti del Collegato Lavoro, si tratta di norme immediatamente operative, che entreranno in vigore cioè, 15 giorni dopo la pubblicazione,avvenuta oggi 9novembre, del Collegato Lavoro sulla Gazzetta Ufficiale.

COSA CAMBIA

L’articolo 32 del Collegato Lavoro prevede una drastica compressione dei termini a disposizione del lavoratore per fare causa, con la previsione che si debba sottostare ad una duplice scadenza.

Di 60 giorni per l’impugnativa stragiudiziale e di successivi 270 giorni per il deposito del ricorso nei casi di:

– licenziamento, anche nei casi di invalidità e inefficacia (ad esempio nei casi di licenziamento nullo perché in violazione delle norme a tutela della maternità o discriminatorio), come nei casi di licenziamento che presuppongano la risoluzione di questioni relative alla qualificazione del rapporto di lavoro o alla legittimità del termine apposto al contratto;
– le collaborazioni coordinate e continuative o a progetto nel caso in cui il datore di lavoro (committente) receda dal contratto
– i trasferimenti di sede
– le azioni di nullità dei contratti a termine (anche di quelli già scaduti)
– le cessioni di contratto di lavoro ai sensi dell’articolo 2112 del codice civile (cessione di azienda o di ramo d’azienda)
– tutti gli altri casi in cui si chieda la costituzione o l’accertamento di un rapporto di lavoro in capo ad un soggetto diverso dal titolare del contratto (es. somministrazione irregolare).

Se la nuova normativa è complessivamente peggiorativa, si modifica in maniera radicalmente negativa in particolare la situazione dei lavoratori e delle lavoratrici precarie.
Fino all’entrata in vigore del Collegato Lavoro era possibile impugnare i contratti di lavoro precari e contestarne le irregolarità, successivamente alla scadenza del contratto senza limiti di tempo
. In questo modo si garantiva la particolare situazione dei lavoratori precari che alla scadenza di un rapporto di lavoro, sperano prima di tutto in una riconferma e fanno causa solo se questa non c’è. Il Collegato Lavoro introducendo termini rigidissimi, si presenta invece come è stato osservato, come una sorta di “sanatoria permanente” rispetto agli abusi dei datori di lavoro.
Ed è di estrema gravità che questi termini valgano, anche retroattivamente, per i rapporti di lavoro già scaduti. In sostanza quando la legge entrerà in vigore, centinaia di migliaia di lavoratori precari, che avrebbero potuto fare causa senza limiti di tempo, contestando le irregolarità del loro rapporto di lavoro, se non agiranno entro 60 giorni, verranno privati per sempre di questo diritto.

 


N.B. Informazione per i dettagli organizzativi della campagna: http://www.federazionedellasinistra.com/federazione/?p=3242

Annunci

Una Risposta

  1. il precariato distrugge il futuro ed il progetto di noi giovani,non se ne puo piu ti assumono a tempo determinato e ti fanno sperare di una crescita o per lo meno in una continuita, cali di lavoro e crisi, solo per gli italiani, dopo termini brevi di prova non ti assumono definitivo ma mettono un’altra/o in prova cosi facendo senza aver degli obblighi nei confronti del lavoratore,Basta!!! anche perche la legge glielo permette. Sono spaventata del mio futuro,non vedo una via di uscita con tutta la buona volona e serietà lavorativa non traggo risultati. dovrei essere una raccomandata per cavarmela meglio…ma devo fare da me stessa ed e dura.
    imbocca al lupo a tutti i precari nella speranza di rivalerci vi auguro una buona giornata e tanta salute perche i soldi non fanno la salute ma tutto il resto si!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: